domenica 25 ottobre 2015

Crema di Rapa Nera e Biete con Insalatina d'Autunno

Iniziamo questa nuova avventura con il piatto di questa sera. Avendo recuperato al mercato 1 rapa e un paio di mazzetti di biete, ci voleva un modo per impiegarle....

La parte proteica del piatto è costituita dal pecorino, per un totale di 50g a testa, quindi dal punto di vista dei macro-nutrienti il piatto si presenta così:

Valori Nutrizionali - pro capite

Valore energetico488kcal
Proteine26g
Carboidrati33g
di cui zuccheri22,8g
Grassi29,4g

Ingredienti per 2 Porzioni

Per la crema

  • 1 Rapa Nera
  • 1 Mazzetto di Biete
  • 1 Habanero White Lemon (oppure un peperoncino calabrese)
  • 50g di Pecorino Romano
  • 1 Fisca d'Aglio
  • 1 Cucchiaio e 1/2 di Olio EVO
  • 1 Cucchiaino di Curcuma e un pizzico di sale

Per l'Insalatina

  • 1/4 di Cavolo Rosso
  • 6 Foglie di Indivia Riccia
  • 200g di Fagiolini
  • 1 Finocchio
  • 50g di Pecorino Romano
  • 1 Manciatina di Mix di semi per Insalata
  • 1 Cucchiaio e 1/2 di Olio EVO, un Filo di Aceto Balsamico e sale per condire

Preparazione

Per prima cosa bisogna bollire rapa, cavolo e fagiolini. Io, dopo aver lavato le verdure sotto acqua corrente, ho messo a cuocere, in acqua salata, il cavolo e la rapa nella stessa casseruola, mentre i fagiolini in un pentolino a parte. Il cavolo rosso tende a rilasciare il suo colore bluastro durante la bollitura, quindi rischia di "sporcare" i fagiolini. Dopo circa 20/25' si possono scolare i fagiolini e raffreddarli sotto l'acqua corrente, per il cavolo ci vorranno più o meno 40' di cottura, mentre per la rapa almeno 1 ora.

Nel frattempo si possono cominciare a spadellare le biete, mettendo lo spicchio d'aglio, tagliato a metà e privato dell'anima e il peperoncino finemente sminuzzato in una padella con un cucchiaio d'olio. Quando l'aglio è dorato e il peperoncino appassito, si possono buttare le biete in padella, che all'incirca in 5 minuti dovrebbero essere pronte.

Quando anche il cavolo rosso è pronto, lo si può scolare e raffreddare come fatto con i fagiolini. A questo punto, mentre si aspetta che anche la rapa sia cotta si può cominciare a lavorare l'insalatina.

Ho disposto 3 foglie di indivia per piatto, tagliate in 2, coperto con il cavolo rosso, tagliato più o meno a strisce di 3cm per 1,5cm. Ho poi aggiunto i finocchi tagliati più o meno come il cavolo, metà del pecorino tagliato a foglie e i fagiolini tagliati in 2. Essendo l'insalata al di sotto degli altri ingredienti, si può condire in anticipo senza rovinarla. Ho quindi sparpagliato una manciata di semi e una manciatina di sale, aggiunto un cucchiaio scarso d'olio per piatto e un filo di aceto balsamico.

Una volta pronta la rapa, la si può scolare e tagliarne una fetta dalla sommità. A questo punto bisogna svuotarla della polpa con l'aiuto di un cucchiaio, lasciandone un pochino attaccata alla buccia, per darle consistenza. La buccia diventerà così il contenitore per la crema. A questo punto si possono, con un frullatore ad immersione, ridurre in crema la rapa le biete, aggiungendo un cucchiaino di curcuma, un pizzico di sale e un filo d'acqua, nel caso il preparato sia troppo solido.

Usando una rapa sola, una crema va servita in una cocotte, mentre l'altra nella ciotolina ricavata dalla rapa stessa.

Come tocco finale si sfoglia il restante pecorino sopra la crema e la si inforna per 5' a 220 °C con funzione grill, in modo da ottenere una bella crosticina dorata sulla superficie.

Bon Appétit!!!